roberto verna

Salute e forma fisica dei giocatori: la parola al prof. Verna.

del Prof. Roberto Verna dir. sanitario S.S. Lazio Pallavolo

La Lazio Pallavolo, con la sua squadra di vertice, ha raggiunto la serie B ed è quindi ormai nel mondo dei professionisti. Il professionismo, però, non vale solo per la qualifica atletica, ma per tutta una serie di azioni e comportamenti che la Società – e gli atleti – devono mettere in campo.

Di particolare importanza è l’aspetto sanitario, che non vuol dire solo svolgere la visita di idoneità sportiva agonistica, ma anche assicurare agli atleti un idoneo aggiornamento sullo stile di vita da tenere e, non ultimo, un aggiornamento sui regolamenti antidoping e sui rischi che questa pratica deleteria determina sia sulla carriera sportiva, ma anche, e soprattutto, sulla salute. Infine, la necessità di adeguarsi alle nuove regole di tutela della salute, inclusa la conoscenza dell’uso del defibrillatore e la manutenzione dello stesso.

Non vanno, tuttavia, dimenticate le altre categorie, che sono composte da bambini/e o da ragazzi/e che devono essere ugualmente tenuti sotto controllo perché lo sport sia per loro salute e non danno.

Tutti gli atleti ed i ragazzi della Società saranno perciò monitorati sotto l’aspetto fisico e nutrizionale, al fine di consentire loro la massima resa senza danno.

Per ciascun appartenente alla Società si applicherà un protocollo che è stato sviluppato nel corso degli anni e che serve a verificare lo stato fisico-metabolico del soggetto. Ripetendo il monitoraggio più volte nel corso dell’anno ad intervalli programmati, si potrà vedere lo stato di forma o di necessità ed agire di conseguenza attraverso la correzione nutrizionale e dell’allenamento.

 

La valutazione metabolica viene effettuata mediante un’accurata visita medica generale, per accertare l’assenza di patologie latenti, alcune analisi, l’esame impedenzometrico e plicometrico.

 

L’apparecchio per l’esame impedenzometrico calcola la composizione corporea (idratazione, idratazione intracellulare, massa grassa, massa magra, metabolismo basale), il plicometro, solo la massa grassa. Si utilizzano entrambi gli strumenti perché se l’impedenzometria fornisce molti più dati, essa risente di quanto si è bevuto o mangiato nel corso delle tre ore precedenti, mentre la plicometria, pur dando un solo risultato, non ne risente e ci consente di verificare il risultato impedenzometrico.

 

Con questi esami siamo in grado di verificare lo stato di forma del soggetto nel corso del tempo. Non si possono comparare i dati fra due persone, se non per approssimazione; ciascuno ha le proprie caratteristiche che vanno considerate e rispettate. Il peso, ad esempio, è solo uno dei parametri da prendere in considerazione, che deve essere attentamente valutato in funzione degli altri dati. Perdere peso non è sempre un bene; potrebbe trattarsi solo di perdita di liquidi o di massa muscolare, situazioni da evitare assolutamente. Anche il grasso non deve essere demonizzato; solo l’eccesso va eliminato.

 

Al fine di mantenere la forma fisica e migliorare le prestazioni, gli atleti verranno indirizzati verso lo schema nutrizionale a loro più consono, in relazione alle varie esigenze che si verificheranno, monitorando gli effetti attraverso la valutazione metabolica.

 

Grande attenzione, infine, verrà posta alla informazione e formazione sugli aspetti della nutrizione sportiva e la formazione antidoping, attraverso specifici incontri, per evidenziare i rischi alla salute determinati dalla scorretta alimentazione, dalle sostanze vietate ed i rischi dell’assunzione di sostanze ed integratori di non chiara origine.

Prof. Roberto Verna

roberto verna

 

Ordinario di Patologia Clinica

Dipartimento di Medicina Sperimentale

Sapienza Università di Roma

President, World Association of Societies of Pathology and Laboratory Medicine – WASPaLM in official relationship with WHO

President, World Pathology Foundation

Past President Società Italiana di Patologia Clinica e Medicina di Laboratorio  -  SIPMeL

Presidente, Collegio Nazionale dei Professori di Patologia Clinica

Membro del Consiglio Direttivo della Federazione Italiana delle Società Medico Scientifiche (FISM)

Membro del Consiglio Direttivo della Fed. italiana delle Società di Medicina di Laboratorio (FISMeLab)

Member of the Executive Committee of CIOMS  (Council for International Organizations of Medical Sciences)

Member of the Board of UEMS (Union Européenne des Médecins Specialistes)