giorgio d'arpino, lazio pallavolo, eleonora dusi, massimo protani, roberto verna, pallavolo romana, pallavolo, volley, roma, lazio

Un nuovo sito, un nuovo inizio

Carissimi genitori, dirigenti, tecnici e atleti,

è con grande piacere che estendo a tutti un augurio di un 2016 pieno di salute, serenità e soddisfazione. In questa occasione vorrei sottolineare gli avvenimenti più importanti del 2015 per la nostra società: sia quelli positivi che quelli negativi. Da ogni evento, infatti, possiamo e dobbiamo trarre insegnamenti che ci possono aiutare nel proseguo dell’attività.

Come dichiarato in occasione della bella e riuscita riunione del 17 dicembre, abbiamo chiuso definitivamente il capitolo “Casa Lazio Bob Lovati“, che dal lontano 2006 ci ha assorbito energie e investimenti che hanno in qualche modo depauperato la nostra Lazio Pallavolo.

Ma niente paura: dal 1 settembre 2015 ci siamo interamente dedicati a risolvere i problemi della società, grazie anche all’aiuto fondamentale di genitori, tecnici e dirigenti.

Approfitto dell’occasione per ringraziare ancora una volta Simone Pasquali che, in qualità di coordinatore dei nostri dirigenti, oltre alla sua consueta grande disponibilità seguirà ora anche i nuovi dirigenti, come Giorgiana di Nepi, Andrea Bruno, Alessandro Cis, Simone Valenti, Cristiano Scalise.
Abbiamo rinvigorito il settore commerciale con l’arrivo di Massimo Protani, che contribuirà all’aspetto economico della società con la ricerca di nuovi sponsor e collaborazioni.  Il settore sanitario è stato a sua volta rinforzato grazie alla presenza del prof. Roberto Verna, che assicurerà alla nostra struttura una invidiabile professionalità. Anche la nostra segretaria Oliva Collaretti sta profondendo cospicue energie per colmare i deficit nell’organizzazione. Un grande ringraziamento va alla nostra direttrice tecnica Arianna di Vanno, che in questi anni si è dedicata con encomiabile energia a seguire tutte le nostre squadre, che sotto alla sua guida stanno ottenendo risultati strepitosi. Il suo lavoro di coordinamento si avvale anche dell’operato di Matteo Zavagnini e Giuseppe Martino per il settore maschile.  Un grande grazie va infine anche a Eleonora Dusi, che si è caricata del grande onere di far tornare i conti della società, dall’amministrazione ai bilanci.

È fondamentale ricordare che la nostra società avrà la gestione della palestra di via Cassiodoro fino al 31/08/2018 e che questo ci consente di programmare in serenità il nostro lavoro per il prossimo triennio.

Ecco alcune importanti novità per il 2016:

stiamo istituendo una carta servizi della Lazio Pallavolo per tutti gli iscritti e le loro famiglie, che potranno usufruire di sconti e facilitazioni negli esercizi convenzionati.

Proporremo alle famiglie un camp tecnico di 7 giorni in località da definire e a costi estremamente contenuti, che saranno definiti entro il 30/04/2016.

A maggio organizzeremo la XXII edizione di “Amorvolley – Derby della solidarietà che vedrà la partecipazione delle scuole elementari e medie della città di Roma e provincia.

Ricorrono quest’anno i 65 anni di vita della Lazio Pallavolo e, fra poco, il 25° anno della presidenza della famiglia d’Arpino. Per questo motivo lavoreremo da ora alla pubblicazione di un libro che racconterà questa faticosa ma bellissima storia di  vita e sport, costellata di una moltitudine di esperienze e aneddoti che coinvolgono tanti personaggi che hanno fatto la storia dello sport in Italia.

Verrà infine istituito il Premio “Anna Tina Mirra”, in ricordo della giornalista scomparsa, che tanto impegno ha voluto dedicare alle cause della Lazio e della Lazio Pallavolo in particolare.

Tutto questo ha un obiettivo unico: formare e alimentare il senso di appartenenza alla nostra società, che dal 1951 opera nel territorio romano e che, unica a Roma, può vantare nel suo palmares due scudetti maschili.

Ricordiamo sempre tutti che la nostra società porta avanti il principio della lazialità intesa come “senso di appartenenza” e che la nostra visione è inclusiva, non esclusiva. Non siamo “anti” nessuno: vogliamo includere tutti nei nostri programmi.

Forza Lazio e felice 2016.

Lascia un commento