L’imperativo è reagire

Trasferta amara per la S.S. Lazio Pallavolo che perde nettamente contro Cimitile 3-0, tornando a casa a bocca asciutta e senza nemmeno un punto. Le speranze di un riscatto per la squadra biancoceleste, dopo lo stop con il Sarroch, si sono infrante contro i padroni di casa. Una partita che sulla carta era sicuramente alla portata dei nostri ragazzi vista anche la classifica che vedeva avanti la Lazio di ben otto punti rispetto alla formazione campana.

Primo set che inizia con il coach Di Vanno che schiera: Cespa opposto, Rossi palleggiatore, Del Mastro e Parisi martelli, Spampinato e Pigini al centro, Recupito libero. Sin da subito la Lazio parte male e si ritrova sotto di 3 punti, dove visti i problemi di ricezione, il mister decide di fare subito il cambio di libero, Di Lorenzo entra al posto di Recupito. La squadra biancoceleste lascia campo libero agli avversari che ne approfittano per fare il loro gioco, e continuano ad aumentare il distacco, che arriva ad essere anche di 7 punti tra le due compagini. Pochi spunti positivi da parte delle nostre aquile, che non mettono in campo tutto quello che hanno e perdono subito il primo parziale 25-18,

Secondo set che sembra essere la copia del primo. Ritorna Recupito a difendere la nostra seconda linea, ma la musica non cambia. Cimitile continua a fare il suo gioco, ma fino a metà set la Lazio prova a stargli dietro, e riesce ad agganciare la squadra avversaria sul 13-13, dopo un cartellino dato per proteste a un'atleta campano. Dopo questo episodio i biancocelesti non riescono più a trovare il bandolo della matassa, e dopo un parziale di 12 punti a 2, perdono anche il secondo set con il punteggio di 25-15. 

Nel terzo set ci si aspettava una grande reazione da parte di Del Mastro e compagni, cosa che è arrivata solo parzialmente. Cambia il sestetto iniziale, con Ricci (al posto di Parisi), Tomasso (al posto di Spampinato) e Palombi (già in campo dal secondo set al posto di Pigini). Set che va punto a punto fino a tre quarti del parziale, dove il solito strappo di Cimitile e i soliti errori della Lazio, non lasciano più tanta speranza. I nostri ragazzi perdono anche il terzo set 25-22 e quindi la partita con un netto 3 a 0. La parola d'ordine che questa settimana sarà presente all'interno del campo d'allenamento è reazione.

Già dal prossimo appuntamento che sarà Sabato 2, in trasferta contro Sant'Antioco, ci si aspetta una prestazione diversa da parte delle nostre aquile, che devono tornare a volare.

La parola ai protagonisti:

Pino Carfì (Secondo Allenatore): commenta così la partita: “Non erano motivati abbastanza per poter vincere una gara che si poteva vincere benissimo. Tecnicamente e potenzialmente i giocatori hanno le capacità, ma è un momento no, cercheremo di lavorare nei prossimi giorni sull’atteggiamento, su questa mancanza di determinazione alla vittoria”

 Polisportiva Cimitile - S.S. Lazio Pallavolo: 3-0

(25-18; 25-15; 25-22)

S.S. LAZIO PALLAVOLO

1 (K) Andrea Del Mastro, 3 Nicolò Rossi, 6 Francesco Cespa, 8 Emiliano Pigini, 10 Federico Spampinato, 18 Andrea Parisi, 4 (L) Francesco Recupito.
Panchina: 2 Stefano Ragonesi, 5 Alberto Petri, 7 Fabrizio Ricci, 9 Marco Tomasso, 11 Matteo Palombi, 14 Francesco D'Angeli, 16 Di Lorenzo.

Lascia un commento