Derby vittorioso contro la Virtus Roma

Domenica 5 novembre al PalaLuiss di Piazza Mancini la S.S. Lazio Pallavolo ospita la Virtus Roma. Quattro i punti di differenza tra le due formazioni in questo inizio di campionato e in palio per la squadra biancoceleste tre punti importanti per non perdere il contatto con le prime del girone.

Parte forte la formazione biancoceleste che prende qualche punto di vantaggio sull'avversaria, che però poi recupera e sorpassa portandosi avanti sul 13-12. La Lazio però non demorde e conquista altri punti importanti, portandosi sul 18-15 grazie a delle bordate del capitano Del Mastro e ad un ace di Spampinato. La Virtus non smette di lottare e grazie anche ad un ace di  Testalepre si riporta sotto, 18-17. Del Mastro spezza in due il muro e fa 19-17. L’attacco di Fanti sul nastro  regala il 20-17. Secondo time-out chiamato dalla Virtus che però non dà il risultato sperato, con la Lazio che segna un break di tre punti. Muro di Cespa sull’attacco di Fanti per il 24-18, Del Mastro va in battuta ma la Virtus contrattacca e chiude il diciannovesimo punto. Di Vanno chiama time-out, le squadre tornano in campo, con la formazione biancoceleste che non riesce a chiudere subito il set. Bisogna aspettare solo un altro punto, ed Andrea Parisi che chiude il set, 25-19.

Stessa formazione del primo set per i biancocelesti. Si parte subito forte con la Lazio che si porta sul 9-5. Non si fa attendere però la reazione della Virtus che si riporta sotto 9-8 dopo un’azione interminabile chiusa da Testalepre. La Lazio mantiene sempre un vantaggio di tre-quattro punti. Sul 15-11 un colpo preso in testa da Coggiola fa sì che il secondo arbitro fischi contesa, si ripete l’azione e la Virtus ne approfitta per segnare il dodicesimo punto. La Virtus dopo una serie di attacchi si avvicina pericolosamente sul 18-17, recuperando nuovamente i punti di svantaggio che aveva. Pigini prima e Parisi poi, con un attacco di rabbia, riportano il triplo punto di vantaggio per la Lazio, siamo sul  20-17. Battuta fuori per Del Mastro e il punteggio cambia ancora fino al 20-19. Time-out chiamato dalla Lazio per cercare di spezzare il ritmo agli avversari, e appena rientrati in campo ci pensa Parisi che risponde con un attacco prepotente per il 21-19. Cambio in battuta con Ragonesi che prende il posto di Pigini, intanto Parisi mette giù un altro punto per il 22-19 della Lazio. Sul contrattacco grandissimo muro ad uno di Cespa sull’attacco della Virtus per il 23-19. La Lazio mette giù il 24-20, ma non riesce a chiudere e la Virtus mette a segno altri due punti. Sembra di rivivere l’incubo Marcianise, ma Cespa regala il secondo set alla Lazio.

Nel terzo set grande inizio della Virtus che si porta avanti 5-1, black out per i padroni di casa. D’Angeli entra al posto di Rossi. La Lazio alza la testa e riduce il gap portandosi sull' 8-4. Entra Tomasso al centro al posto di Spampinato. La Virtus avanti ancora per 9-5, ed altro cambio, entra Ricci al posto di Parisi. La Lazio sembra aver perso la cattiveria dei primi due set, spazio anche per Petri al posto di Cespa. Reazione di D’Angeli che mette a segno un muro che vale il 6-12, e subito dopo Ricci mette giù il 7-12. La Virtus chiama time-out per spezzare il ritmo ai biancocelesti. Va Lancione in turno di battuta, Pietrobono manda out e regala un punto alla Lazio. Un muro fuori dei biancocelesti porta a 16 la Virtus. Un errore in battuta degli avversari riporta un po’ di respiro in casa Lazio che rosicchia un altro punto. Del Mastro si fa murare per l’11-18, confusione in campo laziale e la Virtus ne approfitta per l’11-19. Una grande prestazione di D’Angeli, strepitoso nei vari fondamentali, trascina la squadra verso un recupero quasi impossibile, rimontare lo svantaggio di 8 punti. L’orgoglio però non basta per pareggiare i conti, e così la Virtus chiude 25-20 il terzo parziale del match.

Nel quarto set riscendono in campo per la Lazio i cinque che avevano iniziato la partita più Petri (che prende il posto di Cespa). Parte forte subito la Virtus che si porta avanti 3-0, ma i biancocelesti con una grande reazione si portano sotto e completano la rimonta con un muro ad uno di Parisi che rimette in parità il punteggio, 3-3. Un attacco al centro di Coggiola porta avanti la Virtus che però viene agguantata subito grazie a un ace di Parisi. Si lotta punto a punto in questo set fondamentale, che la Virtus vuole vincere per portare la partita al tie break e che la Lazio vuole chiudere per portare a casa 3 punti fondamentali per la classifica. Spampinato va in battuta sull’8-7 per gli avversari, ma ci pensa un grintoso Petri con un attacco da seconda linea a riportare il punteggio in parità. Punto su punto, fino alla battuta di Spampinato, con una prima linea in grande spolvero che porta la Lazio ad un vantaggio notevole, 22-16. Un attacco di Pietrobono porta a 17 la Virtus che vuole continuare a lottare, ma la formazione biancoceleste in campo non molla e chiude la partita con un ace di Pigini. Finisce 25-18 il quarto parziale e la Lazio si aggiudica i tre punti.

Il prossimo appuntamento sarà Sabato 11 alle ore 18.00 contro la Fenice al Pallone Giordano Bruno di via Paolo Monelli 5 (Roma).

La parola ai protagonisti:

Francesco D’Angeli (Palleggiatore S.S. Lazio): "È stata una partita molto tirata, non è stato facile gestire il vantaggio contro una squadra che non molla mai. È stato importante l’apporto della panchina, sono felice così...Nel terzo set si è spenta la luce, ma la squadra è rimasta unita. L’allenatore ha fatto bene a far girare tutta la squadra”

Andrea Parisi (Martello S.S. Lazio): "è stata una bellissima partita, è stato importante per me entrare e riuscire in molte occasioni a fare la differenza. Nel terzo set siamo scesi di testa, grazie a tutta la squadra."

Giuseppe Carfì (secondo allenatore S.S. Lazio):"nei primi due set abbiamo giocato ad altissimo livello, una squadra unita, compatta, decisa, efficiente. Nel terzo set è calata la concentrazione ma nel quarto set sono stati fantastici con voglia di vincere e grinta su ogni pallone."

Giorgio D’Arpino (Presidente S.S. Lazio): "è stata una bellissima giornata, sono felice che il pubblico sia accorso numeroso e ci stia seguendo con così tanto affetto. Un grazie a tutti i miei collaboratori, un grazie ad Alfonso De Franciscis, che dopo aver giocato e vinto questa mattina con l’under 18 anche per quest’anno ci ha raggiunti per fare il segnapunti per la serie B"

S.S. Lazio Pallavolo - Virtus Roma 3-1
(25-20, 25-22, 20-25, 25-18)

S.S. LAZIO PALLAVOLO
1 (K) Andrea Del Mastro, 3 Nicolò Rossi, 6 Francesco Cespa, 8 Emiliano Pigini, 10 Federico Spampinato, 18 Andrea Parisi, 4 (L) Francesco Recupito.
Panchina: 2 Stefano Ragonesi, 5 Alberto Petri, 7 Fabrizio Ricci, 9 Marco Tomasso, 11 Matteo Palombi, 14 Francesco D'Angeli, 16 (L2) Alessio Di Lorenzo.

VIRTUS ROMA
1 Piergiorgio Fanti, 4 Daniele Peperoni, 8 Matteo Coggiola, 9 Simone Testalepre, 12 Davide Lancioni, 18 Gabriele Iacovone, 6 (L) Alessandro Carosini.

Arbitri: 1° Matteo Mannarino, 2° Laura De Vittoris
Segnapunti: Alfonso De Franciscis

 

Lascia un commento